venerdì 17 agosto 2012

APPELLO URGENTE - MASSIMA CONDIVISIONE ... E AIUTO ...

 CONTO SULLA SENSIBILITA' DELLE PERSONE ... AIUTATEMI A DIFFONDERE LA NOTIZIA.
FORZA PICCOLO, IL POPOLO DEL WEB SI STA DANDO DA FARE PER TE.
L'APPELLO E' STATO POSTATO SU: GOOGLE - TWITTER - FACEBOOK - LINKEDIN.
GRAZIE AD OGNUNO DI VOI, CHE IL CUORE IN MANO AIUTERA' QUESTO PICCOLO CUCCIOLO D'UOMO.
 Raffaella
MI SONO PERMESSA DI CREARE UN EVENTO SU FB : 
https://www.facebook.com/events/275799699188559/


 http://edizioni.lastampa.it/biella/articolo/lstp/15062/
Biella
16.08.2012 - la storia

«Salviamo il piccolo Samuele»


Il piccolo Samuele Canova: è lotta contro il tempo per salvarlo

Bimbo di 3 mesi malato al Cairo
I genitori rimasti senza denaro

Daniele Pasquarelli
Una corsa contro il tempo. Bisogna salvare Samuele Canova, il bimbo di tre mesi affetto da fibrosi polmonare ed encefalopatia ipossico ischemica, ricoverato in un ospedale americano al Cairo. Il piccolo è di fatto «bloccato» in Egitto dalla stessa clinica che pretende il pagamento completo delle spese mediche prima di farlo partire: 10 mila euro. Ma i genitori, Luca Canova, biellese di Vigliano e Sara Peira, torinese, che circa un anno fa si erano trasferiti a Sharm el Sheik dove hanno rilevato una pizzeria, sono ridotti sul lastrico. Hanno già speso oltre 100 mila euro e non hanno più denaro. Il tam-tam su Facebook e la notizia apparsa per la prima volta, martedì scorso, sulle pagine torinesi de La Stampa ha suscitato numerose reazioni. L’avvocato ed ex deputato biellese Sandro Delmastro ha immediatamente sollecitato l’onorevole valsesiano Gianluca Buonanno, che a sua volta ha spedito un’interrogazione al ministro degli Affari Esteri, Giulio Terzi, «per sapere quali urgentissime iniziative s’intendano assumere». Lo stesso ha fatto la deputata radicale Rita Bernardini. Così ieri un portavoce dell’ambasciata italiana al Cairo ha fatto visita per la prima volta alla clinica dove il piccolo è ricoverato dal 26 maggio. Nel frattempo è stato contattato il «Regina Margherita» di Torino che è pronto ad accogliere il bimbo non appena rienterà in Italia: la Farnesina potrebbe occuparsi del trasporto con un aereo attrezzato. Intanto anche Specchio dei tempi raccoglie offerte da devolvere alla famiglia: è sufficiente collegarsi al sito www.specchiodeitempi.org e seguire le indicazioni, specificando «per Samuele».

“Il mio bambino morirà
se non lo portiamo in Italia”


Samuele è ricoverato al Cairo. L’esterno della clinica del Cairo dove ora Samuele si trova ricoverato. I genitori un anno fa sono partiti da Torino per andare a lavorare a Sharm, «per sfuggire alla crisi»: con 50 mila euro avevano rilevato una pizzeria sulla strada principale della cittadina
Due torinesi in Egitto:
«Non abbiamo più soldi
e speranze qui»
Niccolò Zancan
Torino
L’idea era cambiare vita. Avere coraggio, buttarsi. Cinquantamila euro per rilevare una pizzeria sullo stradone centrale di Sharm el Sheik. Da Torino all’Egitto, tagliare fuori la crisi. È passato un anno, la pizzeria ha ingranato, ma Sara Peira e Luca Canova sono disperati: «Nostro figlio sta malissimo. È nato con dei problemi, che poi si sono aggravati. Qui non riusciamo a curarlo, non capiamo neppure quello che dicono i medici e abbiamo esaurito la nostra disponibilità economica. Abbiamo già speso 20 mila euro in meno di tre mesi, ci serve aiuto, dobbiamo riuscire a farlo trasferire in Italia».  

La malattia  
I problemi di Samuele hanno nomi clinici che fanno paura: fibrosi polmonare e encefalopatia ipossico ischemica. È mancato ossigeno al cervello. La voce di Sara Peira, 28 anni, arriva dal reparto infantile del centro Dar El Fuad del Cairo, la cinica più moderna, attrezzata e cara della zona. E mentre racconta , sforzandosi di mantenere la calma, ogni tanto ha dei sussulti di ilarità nervosa: «Se non riesco a far ricoverare Samuele in Italia - dice - finisce che ricoverano anche me». 
Samuele è nato il 17 maggio: «Era bello, in gran forma, quattro chili e mezzo. Ma quasi subito mi sono accorta che il suo respiro faceva come un fischietto, pensavo fosse un po’ di catarro. Per due volte sono andata dal pediatra, è il mio primo figlio e sono un po’ apprensiva. Ma mi ha tranquillizzato e rimandato a casa. Diceva che non era niente». Il 26 maggio Samuele ha la febbre alta: «Giriamo le due cliniche di Sharm, nella prima il medico non può vederlo, nella seconda lo ricoverano subito. Non mangiava, era cianotico, iniziano a fargli i controlli».  

La crisi  
E qui incomincia lo sprofondo. «Samuele viene intubato, ma non migliora. Il secondo giorno ci dicono che è necessario farlo ricoverare al Cairo. Organizziamo un’autoambulanza. Dobbiamo anticipare 2000 euro all’autista, cioè il guadagno medio di un mese con la pizzeria. Ovvio che li anticipiamo, per carità. Solo che durante il viaggio di sette ore, con Samuele sedato, le cose peggiorano. All’arrivo stava malissimo. Aveva crisi convulsive. Ed è a questo punto, quando gli fanno la Tac al cervello, che vedono la mancanza di ossigeno».  

Il denaro  
Da quasi tre mesi Samuele Canova è ricoverato. Spesso è tenuto nell’incubatrice in coma farmacologico. Respira grazie a un ventilatore. Sua madre l’ha potuto prendere in braccio soltanto pochi minuti. Suo padre continua a lavorare a Sharm per cercare di ammonticchiare un po’ di denaro. «Ma ormai il sogno è finito. Distrutto. Non ce la facciamo più. Abbiamo ricevuto aiuto dalle nostre famiglie, abbiamo speso tutti i risparmi, ora siamo a zero. E qui, ogni giorno, prima di salire in reparto, bisogna passare negli uffici amministrativi. Alla cassa. È una clinica molto americana, ma non ci sono alternative. E noi stiamo impazzendo...». 
Ieri mattina stavano cercando di organizzare il viaggio di ritorno. Ma prima è necessario fare una tracheotomia per «mettere in sicurezza» il respiro di Samuele. «Mi hanno chiesto altri 65 mila pound, circa 10 mila euro, ma non li abbiamo. Chiediamo aiuto al ministero degli Esteri, all’ambasciata, a chiunque. Samuele deve essere curato in un ospedale italiano».  

La paura  
Giorni da incubo. I genitori non riescono neanche a capire bene le conseguenze che potrebbe portare nella vita: «È difficile spiegarsi in inglese... Io non capisco neanche cosa ha davvero il mio bambino».  
Sul profilo Facebook di Sara Peira, che qui aveva frequentato l’istituto alberghiero Colombatto e gestito un locale che si chiamava «Miseria e nobiltà», ora c’è scritto: «Non chiedetemi amicizia. Sono piena di problemi». 

giovedì 16 agosto 2012

DISABILITA' E' UN MONDO A PARTE di Maria Antonietta Briganti

 http://amicizia.over-blog.org/article-disabilita-e-un-mondo-a-parte-109029541.html

E' facile dire
disabilità quando
non la si prova
E' facile dire
abbattimento delle
barriere architettoniche
se non si è coinvolti
E' facile dire
ti ascolto quando
non si sà ascoltare
bisogna capire
prima di parlare
Il nostro mondo
è un mondo a parte
un mondo tutto
da scoprire e da ammirare
 
  • : Blog di poetessa
  • Blog di poetessa
  • : Poesie Lettere e Testimonianze che fanno riflettere che danno agli altri una parte di me

IL MIO BUONGIORNO PER TE

martedì 14 agosto 2012

E' CON GRANDE ORGOGLIO CHE VI PRESENTO ...

"DIAFANO SENTIRE" 



Antologia poetica, ideata e curata da RAFFAELLA AMORUSO con fotografie della stessa autrice.


AUTORI:
Amoruso Raffaella
Andreini Enrico
Arcidiacono Jolanda
Besagno Fernanda
Caucino Roberto (foto copertina)
Nemo Oceano Lontano
Ronchi Donatella
Sonia Matranga
Spreghini Maurizio
Toto Paola
Versolatto Elena
Verwaerde Claude

Si respira in queste pagine lo spirito dell'epoca moderna. Contraddistinta dall'estensione di un mondo di cui tastiamo la complessità, la vastità, con maggiore consapevolezza rispetto al passato. L'antologia "Diafano sentire" nasce da un'idea di Raffaella Amoruso, che ne è la curatrice, a partire dall'esigenza di urlare, al mondo intero, gli stati d'animo di undici poeti contemporanei.

ISBN 978-88-7351-568-5
CASA EDITRICE : CITTA' DEL SOLE
Si ringrazia l'Agenzia Letteraria  Bottega Editoriale per la collaborazione
€ 15

per acquisto: http://www.cdse.it/index.php

 
VIDEO DI PROPAGANDA PUBBLICITARIA - VIDEO EDITOR ROBERTO CAUCINO


 Si ringraziano gli autori per lo splendido lavoro, Bottega editoriale e Città del sole edizioni per la collaborazione.

lunedì 13 agosto 2012

RAFFAELLA AMORUSO: NON SOLO POESIA ... ARTE E' POESIA

 A SETTEMBRE RICOMINCERA' L'INSERIMENTO DELLE OPERE - PAZIENTATE!!! - ^______^


RAFFAELLA AMORUSO: NON SOLO POESIA ... ARTE E' POESIA: QUESTA SEZIONE E' NATA PER RICORDARE IL 54° ANNIVERSARIO DELLA NASCITA DI : Keith Haring  ( Reading ,  4 maggio   1958  –  New York ,  16...

domenica 12 agosto 2012

BUONA DOMENICA!

“Anonimo notturno” © di Raffaella Amoruso



Novilunio d’autunno
Dove lo spirito si perde in cerca di argentea luce.
Rifugio di poeta la mente.
Notte scura sulla città dormiente.
Lungo il viale solo un cane
Vagabonda silenzioso godendosi la libertà.
Anonima notte di foglie spazzate dal vento
Spartiti silenti su stanche chiavi di violino.
Aura leggera dissolve….
Socchiudendo gli occhi sentirsi il buio addosso.
Aspetto
Che la pelle respiri
Immobile
Scivolando nel nero
Sognerò ali …. volerò sul tondo
E m’illuminerò.

sabato 11 agosto 2012

GIUSEPPE UNGARETTI

Stella
Stella, mia unica stella,
nella povertà della notte sola,
per me, solo, rifulgi,
nella mia solitudine rifulgi;
ma, per me, stella
che mai non finirai d’illuminare,
un tempo ti è concesso troppo breve,
mi elargisci una luce
che la disperazione in me
non fa che acuire.
(Giuseppe Ungaretti)

http://www.frasiaforismi.com/

giovedì 9 agosto 2012

POESIE AMICHE: GABRIELLA AFA

Gabriella Afa
LA TERRA TREMA

La terra si muove all’improvviso….
Attonite urla di terrore
lacerano l’aria.

Rumori di distruzione

inghiottono i ricordi di una vita
perduti tra polvere e sangue.

Nel silenzio mortale

agonia di lamenti
a sperar di rivedere il cielo.

Fantocci immobili nel dolore

impotenti, spogliati
davanti al ghigno crudele della natura
che senza ragione
riprende tutto
lasciando solo polvere.

Tutto sempre in bilico

l’oggi è qui
il domani non più.
Non ci sono più muri
né strade
solo pietre su pietre
dove il pianto si disperde.

Eppure in questo assurdo dolore

dimentichi chi sei
guardi il viso contorto
del tuo fratello affianco
che piange senza lacrime…..
e allunghi la mano pietosa
per dirgli muto:
ci sono, eccomi!

E l’Aquila volerà di nuovo

prima o poi
alta maestosa fiera
gridando al cielo il dolore dei suoi figli.

Gabriella Afa – Settembre 2011


(Tutti i diritti riservati, anche parziali, in base alla legge 22.4.1941 n.633)

POESIE AMICHE: Antonio Baldissarro


Non bastano le belle parole per fare poesia.
la poesia si scolpisce nel cuore
intingendo l'anima nel sangue.
la poesia nasce dal ventre straziato
di una donna che ama.
è sorda, nella furia cieca di un uomo abbandonato,
la poesia vive dentro gli occhi e le lacrime di un bambino,
nelle mani di chi prega, nella nostalgia dell'attesa.
la poesia si fa luce nei riflessi della luna.
Le belle parole restano solo belle parole.
La poesia:
sei tu, la discrezione dell'essere,
e mai dell'apparire.

Antonio Baldissarro

POESIE AMICHE. Iolanda Arcidiacono


SOGNO...

Immobile il tempo
appoggiato sull'emozione,
fisso in quell'istante
la fine delle parole...

Immersa nei tuoi occhi

in un sogno senza spine
scorrono le mani
in carezze invadenti...

Leccando cuore ed anima

nel soffio di un respiro
attendo le tue labbra
demolendo ogni freno...

Nel vibrar di ogni senso

che sia fuori della pelle
mi spoglio dei pensieri
vestendomi di Te...
Iolanda Arcidiacono


(Dirittti riservati - vietata la riproduzione)


(Jo)

POESIE AMICHE: Daniela Straccamore


SOLO APPARENZA

Molto povero di spirito
chi basa tutto
sull'apparenza.
Non ha altro
da dimostare
se non le tette
ai quattro venti.
Sorrisi forzati
per avere a tutti i costi
un complimento
da chi viene circondato.
Visi sorridenti ma....
con l'anima buia...
Poveri si....
Accettare la vita che scorre,
la serenità,
la stima verso se stessi
non si ottiene barcollando
alla ricerca di consensi altrui
in cui ci si crede
il solo Dio in terra...

15 luglio 2012

Tutti i miei scritti ad oggi.

POESIE AMICHE: Mario Di Nicola


Amarena

Ricordi l'albero di amarene?
la raccolta,
i pomeriggi e le mani zuccherate.
Poi,
senza parlare,
spingevi la mia bocca sul tuo petto rosso.
E ci amavamo come merli
senza dimora,
senza futuro,
nell'odore del frutto raccolto.
Mario Di Nicola


2012 copyright © tutti i diritti riservati

POESIE AMICHE: Fernanda Besagno

ADORO




Adoro affondare la mia ancora

nei tuoi occhi profondi

quando insieme parliamo

e tu serio cambi l'umore

percepisci

l'amore che esce dalle mie onde

dal mio mare nascosto

dalle mie membra ancora vestite.



Adoro quando affondi la tua ancora

in me

e trovi approdo

alla tua pace

ai tuoi sensi d'amante

di maschio

di uomo,

uomo mio.



Adoro quando ascolti muto

i brividi delle mie onde

e tu baci con impeto

accarezzi la spuma

per assopire i tuoi marosi

del tuo amore

nel profondo

del mio mare.



-Fernanda Besagno

POESIE AMICHE: Iolanda Arcidiacono


L'USCIO...

Ho riaperto quell'uscio
richiuso dietro te
nei tuoi passi incerti
lontani dal mio cuore...

Ho dischiuso in silenzio

uno spiraglio ancora
per intravveder la luce
che ti riporta a me...

Stanotte sarà ancora Noi,

ma il domani mi fa paura
se il mio cuore si allontana dal tuo...

(Diritti riservati - vietata la riproduzione)


(Jo)

POESIE AMICHE: Maria Elena Minciullo

Ci sei?
Sono qui
davanti allo schermo
e ti cerco
persa nel vuoto.
Ci sei?
Se ci sei
rispondi
chiedimi come sto
ho bisogno di qualcuno
che lo voglia sapere.
Ci sei?
Conoscersi e amarsi
virtualmente
uniti dallo stesso spasimo
di solitudine
e invocarci
e implorarci
e chiederci
con sgomento:
ci sei?

POESIE AMICHE : Marco Zanotto

Incontrai un angelo

in una notte di fuoco

nel vicolo più tetro del mondo

non portava anelli al dito

non indossava vesti dorate

gonfio di dolore lo sguardo senza età

denudate da una carezza della luce le spalle

gelide come un bacio d'addio

vivi per amare

sussurrò

prima che il vento lo rapisse

ama per vivere

urlai nella stessa direzione

fino a quando non rimase

che una goccia di profumo

ad annunciare la nascita del giorno

POESIE AMICHE : Oceano Lontano

Si correre a piedi nudi
sulla sabbia,
mano nella mano
spruzzandoci addosso
l'acqua e i sorrisi del sole
mentre il Sapore di sale sulle
nostre labbra è
come il profumo di mare
poi d'improvviso
un brivido ed
assaporo te le labbra già
pronte
all'estasi d'amore.

POESIE AMICHE : Ivana Zoia


ALEX SVARTZ

Vederti una volta
quasi bambino
su quel traguardo
bagnato di sudore
e lacrime
strappare la commozione dai cuori
persi nello sguardo innocente
impacciato e solitario
nella marcia
con quel ritmo
che pulsa nelle vene
quella voglia di arrivare
oltre ogni ostacolo
arrivare sempre primo
perchè l'importante
è non deludere
l'importante è non soccombere
non tagliare le aspettative
di te stesso
di chi pretende il tutto
pretende oltre quel che sei
voleva e volevi
manciate di secondi facili
senza pensare
che una manciata di secondi
vale una vita
vale la faccia
vale la fiducia,
io oggi ti prenderei tra le braccia
consolerei il tuo pianto
perchè non sei solo
nel fango si può cadere
ma solo dentro un abbraccio
si può iniziare a risalire.

martedì 7 agosto 2012

AMICI D'INCHIOSTRO

AMICI D'INCHIOSTRO - DESCIZIONE BLOG
http://
raffaellamoruso.blogspot.it/



Nuovo blog di Raffaella Amoruso dedicato esclusivamente alla pubblicità dei nostri lavori letterari...
Noi autori, si sa, cerchiamo in ogni modo di pubblicizzare le nostre opere, i nostri libri. Chi avesse intenzione di fare pubblicità al proprio libro, è pregato di inviarmi privatamente:
FOTO LIBRO – CODICE ISBN – BREVE NOTA – INDIRIZZO PER L’ACQUISTO – LINK DEL PROPRIO SITO O BLOG.


Collegato con il blog principale di Raffaella Amoruso : http://
raffaella-amoruso.blogspot.it/



Raffaella Amoruso

domenica 5 agosto 2012

RAFFAELLA AMORUSO: FANTASIE DI LUCE E POESIA di RAFFAELLA AMORUSO

RAFFAELLA AMORUSO: FANTASIE DI LUCE E POESIA di RAFFAELLA AMORUSO

SCIOPERO NAZIONALE DEI LETTORI - Petizione

 http://www.edwarner-poesia.com/2012/08/sciopero-nazionale-dei-lettori-petizione.html


Il comunicato dell'iniziativa.
Potete firmare la petizione a questo

Solo affrontando la crisi culturale possiamo affrontare la crisi economica.
Anche in Italia stiamo assistendo ad una devastazione culturale che non ha precedenti. 
Il mondo dell'editoria è ormai dominato dal marketing. 
Le pagine culturali dei quotidiani, che dovrebbero difenderci, ignorano la situazione parlando solo di crisi economica nel mondo dei libri. 
Ma i contenuti? 
Nell'editoria sta avvenendo quel che successe nella discografia anni fa: l'imbarbarimento della qualità a favore del commerciale. 
Impediamolo. 
Organizziamo lo sciopero di una giornata: lo sciopero dei lettori! 
Per un giorno non compriamo giornali e libri. 
Chiediamo che le librerie e le biblioteche chiudano per un giorno aderendo al PRIMO SCIOPERO NAZIONALI DEI LETTORI. 
Per DIRE NO alla devastazione culturale dell'Italia. 


George  Orwell

sabato 4 agosto 2012

BUONA SERATA!

"Chi lavora con le sue mani è un lavoratore. Chi lavora con le sue mani e la sua testa è un artigiano. Chi lavora con le sue mani, la sua testa ed il suo cuore è un artista."
                       (San Francesco D'Assisi)

venerdì 3 agosto 2012

CHE COSA E' POESIA?

Mario Soldati pone la fatidica domanda. Provano a rispondere: Giuseppe Ungaretti, Giorgio Caproni, Sandro Penna, Andrea Zanzotto. Il video è tratto dal programma "In cerca della poesia" di Giuseppe Bertolucci.

Poesia di Vladimir Holan magistralmente interpretata da Severino Saltarelli

GRAZIE!!!

UN GRAZIE SPECIALE A VOI CHE MI SEGUITE SEMPRE.
ONORATA DI DONARE EMOZIONE ... GRAZIE DI CUORE!
Raffaella

UN PENSIERO PER TE

LA COMUNICAZIONE

"Le parole giuste valgono molto e costano poco"

George Herbert (poeta)

foto di Raffaella Amoruso

“DONNA NETTARE DELL’UNIVERSO” BLOG SOCIALE: PER NON DIMENTICARE

“DONNA NETTARE DELL’UNIVERSO” BLOG SOCIALE: PER NON DIMENTICARE: A Bologna il giorno della memoria, 32 anni fa la strage in stazione

mercoledì 1 agosto 2012

ORGOGLIO BIELLESE

   http://www.ecodibiella.com/it/web/oggi-alle-1730br-finale-olimpica-per-enrico-7039/sez/sport

 

Oggi alle 17.30
finale olimpica per Enrico

Oggi pomeriggio alle 17.30 gli occhi dei biellesi saranno puntati sulla finale maschile a 24 di ginnastica All Around delle Olimpiadi di Londra e in particolare su Enrico Pozzo.

L'atleta  biellese, giunto alla sua terza olimpiade, si è aggiudicato la finale piazzandosi 19°, complessivamente la squadra italiana ha migliorato di una posizione la qualificazione del gennaio scorso.
Gareggia per l'Aeronautica militare ed è allenato da Andrea Sacchi e Alberto Fornera. Enrico Pozzo, anno '81,  si allena da quando aveva 6 anni e ha partecipato a parecchi eventi importanti, ricordiamo che è stato per 6 volte medaglia d'oro ai campionati nazionali e atleta piemontese dell'anno 2010.

“DONNA NETTARE DELL’UNIVERSO”: Ridere, sorridere, sentirsi bene

“DONNA NETTARE DELL’UNIVERSO”: Ridere, sorridere, sentirsi bene:
"Dona a chi ami ali per volare, radici per tornare e motivi per rimanere."

Dalai Lama